Success Stories‎ > ‎

Monitoraggio di Infrastrutture critiche


Il problema
Le moderne infrastrutture di produzione di energia, quali centrali elettriche, eoliche, nucleari, chimiche sono spesso organizzate in una architettura a griglia (Smart Grid) costituita da vari ambienti interconnessi ma dislocati sul territorio. Tali sistemi necessitano di un monitoraggio continuo per individuare tempestivamente malfunzionamenti ma anche tentativi di attacchi e manomissioni fisiche.
Attualmente le ispezioni sul campo avvengono su base programmatica o campione poche volte durante l'anno per ragioni logistiche e di costo.




La nostra soluzione
Nel progetto SCISSORS (Security in Trusted SCADA and Smart-Grids), finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, R6E ha sviluppato una nuova piattaforma sorveglianza wireless in tempo reale. L’infrastruttura si compone di una rete di sensori wireless privi di batteria a basso costo che possono essere capillarmente distribuiti nell’ambiente da monitorare ivi compresi gli apparati che si vuole proteggere. Tali sensori sono in grado di misurare

  • l’apertura di porte e finestre
  • l’accensione di lampade
  • la presenza di personale autorizzato e non autorizzato
  • la temperatura e l'umidita ambientale,
  • l’eventuale allagamento del locale
  • gli incrementi anomali di temperature sulla superficie ed anche all’interno degli apparati 
  • le interazioni del personale con gli apparati
  • l'eventuale manomissione degli apparati.
Il software di acquisizione RadioScan è compatibile con una ricca varietà si radio-sensori proprietari e commerciali. Permette con controllo remoto in tempo reale delle suddette grandezze nonché di riconoscere eventi anomali e quindi di generare dei messaggi d'allarme.
Una piattaforma dimostrativa è attualmente in funzione sull'Isola di Favignana.



I benefici attesi
IL basso costo dei dispositivi rende possibile un controllo ad elevatissima densità di infrastrutture complesse. L'assenza di batterie nei radio-sensori, che ricevono invece alimentazione in maniera wireless da pochi hot-spot distribuiti nel locale, riduce drasticamente la manutenzione necessaria.
I sensori possono quindi essere riposizionabili a piacere nell'ambiente secondo necessità
Infine, in ragione della bassa capacità computazionale del singolo nodo di acquisizione, la rete di monitoraggio risulta immune a potenziali cyber attack.


Documentazione
Progetto H2020 SCISSORS (link)
RFID Sensor Network (tutorial)
Battery-less wireless sensor network (Video)
Monitoraggio accessi non autorizzati (Video)


Comments