Success Stories‎ > ‎

Anti Contraffazione


Il problema
L'integrità delle merci lungo la filiera di distribuzione viene attualmente protetta tramite sigilli meccanici che garantiscono la chiusura dei container. Questi sigilli sono tali da rendere visivamente manifesta una eventuale loro manomissione. Tuttavia il loro livello di sicurezza è abbastanza basso in quanto è possibile che l'azione di manomissione possa venire efficacemente camuffata.
Inoltre, il loro impiego risulta poco compatibile con la gestione automatizzata delle procedure logistiche richiedendo una verifica manuale che rallenta le attività di controllo.
Si rende quindi necessario introdurre una nuova famiglia di sigilli che ben si integri con gli standard di Industria 4.0 e che concorra all'automazione dei processi e all'incremento del livello di sicurezza dei checkpoint.


La nostra soluzione
Per un'azienda leader nella produzione di sigilli di sicurezza, Radio6ense ha sviluppato una nuova famiglia di dispositivi ibridi multi-funzionali che uniscono alla robustezza dei sigilli meccanici standard la sicurezza e la flessibilità dei nuovi paradigmi dell'internet of Things, e cioè funzionalità wireless e autenticazione crittografica.
I nuovi sigilli includono tag per l'Identificazione a Radiofrequenza (RFID) privi di batteria che possono essere letti a qualche centimetro da comuni smartphones ma anche fino a 10 m utilizzando reader dedicati. I dispositivi sono in grado di rilevare e comunicare digitalmente un'azione di manomissione anche qualora essa sia stata camuffata in modo che non sia visibile ad occhio nudo. L'uso della crittografia consente inoltre di implementare sistemi di autenticazione avanzati che guidino l'operatore nella fase di installazione e di verifica.

I benefici attesi
I nuovi dispositivi favoriranno l'ammodernamento delle procedure logistiche connesse alla movimentazione delle merci e alla lotta alla contraffazione. 
L'impiego di etichette a lettura wireless secondo l'ormai affermato standard NFC ed UHF-RFID, inscindibilmente integrati nella parte meccanica (metallica o plastica) del sigillo, consentiranno di velocizzare le procedure di controllo delle merci, potendo per esempio verificare ed inventariare container in movimento limitando il ricorso alle attività manuali. 
 
Comments